Il colore del sangue mestruale ci dice come stiamo

Il nostro corpo ci parla, comunica di cosa ha bisogno e quali problemi ha. Tocca a noi prestarlo ad ascoltare. Specialmente per noi donne, è importante osservare il nostro ciclo mestruale. Molte ormai non fanno nemmeno caso alle loro mestruazioni, o meglio al colore del sangue mestruale. Infatti non sempre il mondo femminile è a conoscenza che il sangue, durante il ciclo, può essere la cartina tornasole per monitorare il proprio stato di salute. Ancora oggi per l’universo femminile, le mestruazioni sono soltanto una noia e una scocciatura, a volte anche dolorosa, che verrebbe evitato volentieri. Capita infatti di dimenticarsi che, le mestruazioni fanno parte di un ciclo naturale e fisiologico, che caratterizza ogni donna, in grado anche di offrirci delle informazioni, anche importanti, sul nostro stato di salute.

Interpretiamo il colore delle mestruazioni

Solitamente le tonalità di colore del sangue mestruale sono 6:

  • Rosso chiaro o rosato
  • Rosso intenso
  • Rosso scuro
  • Rosso arancio
  • Marrone scuro
  • Marrone tendente al grigio

Rosso chiaro o rosato

Questa è la tonalità tipica dei primi giorni delle mestruazioni, ma se dovesse comparire durante tutti i giorni del ciclo, questo è un chiaro sintomo che qualcosa non va nel nostro corpo. Potrebbe trattarsi di qualche lesione uterina o della presenza della clamidia (una malattia venerea), oppure di variazioni ormonali rilevanti, da comunicare al nostro medico. Il colore rosso chiaro è tipico anche dei primi mesi di utilizzo della pillola anticoncezionale. Nel caso in cui le perdite leggere dovessero avvenire proprio nei giorni in cui avreste dovuto avere il ciclo, ciò potrebbe addirittura segnalare la presenza di una possibile gravidanza. Infatti può succedere che durante il primo mese di gestazione, si verifichi una falsa mestruazione. Ciò sta ad indicare che il nostro corpo non sia del tutto consapevole dell’instaurarsi della gravidanza.

Rosso intenso

Solitamente il colore rosso intenso, per molte donne risulta essere del tutto normale. Nel caso in cui il ciclo durasse più del dovuto, potrebbe essere un fenomeno causato da un alto livello di estrogeni (spesso per via di una dieta non del tutto corretta o per l’eccesso di alcol).

Rosso scuro

Nella fase centrale del ciclo, è possibile che il colore delle mestruazioni risulti di un colore rosso scuro. Se questa tonalità si presenta durante l’intera fase mestruale, è bene rivolgersi ad un ginecologo, perché potrebbe essere un segnale di fibromi dell’utero o di un insolito alto livello di estrogeni.

Rosso arancio

Nella maggior parte dei casi, il colore del sangue rosso arancio è sinonimo di mestruazioni mescolate ad urina. A volte potrebbe essere la spia di un’infezione vaginale. Ciò accade se le perdite sono accompagnate da un odore forte e sgradevole.

Marrone scuro

Questo è il colore del sangue mestruale che è in circolo ormai da un po’ di tempo e si verifica infatti, nella fase finale del ciclo. Se si presenta invece già il primo giorno, è opportuno parlare col proprio medico.

Marrone tendente al grigio

Le perdite tendenti al grigio non sono normali, infatti possono significare un’infezione in corso o un aborto in corso. Ecco che in presenza di questa tonalità di colore, è bene rivolgersi al proprio medico di fiducia.

Bisogna ricordare che si tratta di semplici segnali, la cui gravità non spetta a noi giudicare. Semplicemente, se qualche cosa non dovesse tornare e il colore del vostro ciclo dovesse apparire diverso dal solito, prenotate una visita dal vostro ginecologo, per un controllo che possa fare chiarezza sulla situazione.

Commenti

CONDIVIDI
Amante della scrittura, degli animali e dei viaggi, non vede l'ora di poter scrivere, raccontando delle future esperienze che vivrà in giro per il mondo. Una nomade digitale senza radici, curiosa e determinata a raggiungere i propri obiettivi.