Che cosa sono le mestruazioni

Che cosa sono le mestruazioni

Il ciclo mestruale scandisce ogni mese la vita di ogni donna in età fertile, iniziando dalla pubertà fino alla menopausa.

Ma cosa sono realmente le mestruazioni e a cosa servono?

Esse rappresentano un evento fisiologico normalissimo, caratterizzato da perdite di sangue mensili dalla vagina. Con il flusso mestruale, il corpo femminile riesce ad espellere l’ovulo non fecondato e il rivestimento dell’utero che avrebbe dovuto accoglierlo. Questo processo avviene ogni 28 giorni (giorno più, giorno meno) e la durata del ciclo, coincide spesso con le diverse fasi lunari.

Solitamente la prima mestruazione (menarca), avviene con l’inizio della pubertà, tra i 10 e 16 anni ma negli ultimi tempi, l’età della prima mestruazione si è andata abbassando sempre più.
L’arrivo delle mestruazioni, è un momento importante nella vita di qualsiasi ragazza.
Infatti sta ad indicare il passaggio da bambina a donna, in grado adesso di procreare e quindi generare un’altra vita.

Quali sono le diverse fasi del ciclo mestruale?

1°Fase follicolare. Si verifica durante un arco temporale che va dal 1° al 7° giorno. Questa fase ha inizio con l’arrivo delle mestruazioni e quindi con le perdite di sangue dalla vagina. Diminuiscono i livelli di estrogeni e progesterone, gli ormoni regolatori dell’umore. Per questo motivo molte donne, in questo periodo, accusano di sentirsi depresse, irritate e giù di morale. Oltretutto, la perdita di sangue e quindi di conseguenza anche di ferro, porta ad un maggiore senso di stanchezza e di fatica.

2° Fase follicolare preovulatoria. Questa è la fase in cui si assiste ad un graduale aumento degli estrogeni.
Riguarda il periodo che va dall’8° all’11° giorno. L’endometrio assume adesso il suo classico aspetto proliferativo e il muco vaginale, diventa una sostanza più acquosa ed elastica.

3° Fase periovulatoria.  Avviene all’incirca tra il 12° e il 14° giorno, rappresenta il picco massimo degli estrogeni. L’ovulazione porta alla rottura del follicolo con la fuoriuscita dell’uovo, che incomincia il suo cammino verso l’utero. Ecco che hanno inizio i giorni fertili e rappresentano il momento ideale per un eventuale concepimento. Non c’è da meravigliarsi se, in questo periodo la donna diventa più attraente, la sua pelle appare più luminosa e migliora la simmetria del seno, oltre ad avere un tono di voce più squillante.

4° Fase luteinica iniziale. Dopo l’ovulazione, nei giorni che vanno dal 15° al 21°, si ha un netto aumento del progesterone in contemporanea al testosterone. Ciò comporta una produzione eccessiva di sebo, per cui la pelle appare più grassa e oleosa ed è possibile notare anche dei brufoli sul viso. In questa fase è facile riscontrare anche un senso di gonfiore, di nausea e di ritenzione idrica.

5° Fase luteinica – Flusso mestruale. In questa fase che va, dal 21° al 28° giorno, diminuiscono i livelli di progesterone e di estrogeni. Si ha inoltre una diminuzione dell’ormone del buonumore (la serotonina).
Incrementano invece i livelli di cortisolo, che portano ad un progressivo aumento dell’appetito.

Solitamente, intorno al 28° giorno, ha inizio una nuova mestruazione.
Ciò comporta una nuova perdita di sangue, chiaro segno che l’ovulo non è stato fecondato. Ma non c’è da preoccuparsi se le mestruazioni dovessero arrivare oltre il 28° giorno. Infatti la stragrande maggioranza delle donne non ha cicli regolari. Sono quindi considerati normali intervalli che vanno da 29° a 36° giorno.

Commenti

CONDIVIDI
Amante della scrittura, degli animali e dei viaggi, non vede l'ora di poter scrivere, raccontando delle future esperienze che vivrà in giro per il mondo. Una nomade digitale senza radici, curiosa e determinata a raggiungere i propri obiettivi.