Coaguli di sangue durante il ciclo: quali sono le cause

coaguli di sangue

Durante le mestruazioni la formazione di coaguli di sangue è piuttosto normale. Si presentano nelle donne che durante il ciclo soffrono di sanguinamento eccessivo. Ogni corpo però è unico e ogni donna vive il proprio ciclo mestruale in modo diverso, dunque la presenza di coaguli di sangue non dovrà per forza allarmarci. In presenza di dubbi o perplessità, non è mai sbagliato rivolgersi al proprio ginecologo.

 

Che cosa sono i coaguli di sangue

Le pareti dell’utero cambiano gradualmente per preparare l’organismo ad una possibile gravidanza. Diventano più spesse e si riempiono di nuovi tessuti per accogliere il feto in caso di concepimento. Nel caso in cui il concepimento non si dovesse verificare, questo strato che si forma nel rivestimento uterino poco a poco viene eliminato, portando alla mestruazione. Normalmente quando abbiamo una ferita, il sangue tende a coagularsi. Si tratta di una difesa mediante la quale evitiamo di perdere sangue in eccesso. Tuttavia, durante la mestruazione, abbiamo bisogno che il sangue fluisca in modo leggero per essere espulso.

Per questo motivo, l’utero genera un anticoagulante. Se la mestruazione è abbondante, questo “coagulante naturale” non basta e, quindi, possono comparire alcuni grumi. Nella maggior parte dei casi questi coaguli oscillano tra i 5 mm e i 4 cm e sono più frequenti nelle donne con sanguinamento mestruale abbondante. Al contrario, chi presenta un flusso più leggero di solito non ha tali coaguli. Un’altra cosa da aggiungere è che normalmente, i coaguli compaiono durante la notte. A volte si formano dei grumi spessi che possono addirittura spaventarci.

 

Quali le cause

Squilibri ormonali

E’ abbastanza comune che sia le adolescenti che le donne che hanno appena partorito presentino flussi con coaguli di sangue. Ciò è dovuto a piccoli squilibri tra estrogeni e progesteroni e ciò potrebbe accadere anche un po’ prima della menopausa.

 

Problemi di ferro

Una mestruazione abbondante causa un abbassamento dei livelli di questo minerale. Meno ferro è presente nel nostro organismo, però, maggiori problemi avrà l’utero a generare il suo “anticoagulante naturale”, per tale ragione questo deficit genera, di conseguenza, più coaguli di sangue. Quindi l’ideale è sottoporsi periodicamente ad alcuni esami per mantenere sotto controllo i livelli di ferro.

 

Aborto spontaneo

Nel caso in cui si è in stato interessante e si nota la presenza di coaguli di sangue di color giallognolo e grigio, potrebbe trattarsi di un aborto spontaneo. In questo caso bisogna immediatamente contattare il proprio medico di fiducia.

 

Endometriosi

In presenza di mestruazioni eccessivamente dolorose, è possibile soffrire di endometriosi. L’endometriosi colpisce gli organi riproduttivi femminili ed è caratterizzata dalla formazione di un rivestimento molto denso attorno all’utero e ad altri organi. Tutto ciò causa dolore e presenza di abbondanti coaguli di sangue durante la mestruazione.

 

Malattie ginecologiche

I coaguli di sangue potrebbero dipendere da eventuali malattie ginecologiche. Ad esempio, la malattia infiammatoria pelvica  è accompagnata di solito da un intenso dolore addominale nella zona del bacino e dalla presenza di coaguli di sangue durante il ciclo mestruale. Causata da un batterio, genera un’infezione che va dalla cervice fino all’utero, le tube di Falloppio o le ovaie. Ecco che, in presenza di eventuali problemi, è sempre utile contattare uno specialista.

Commenti

CONDIVIDI
Amante della scrittura, degli animali e dei viaggi, non vede l'ora di poter scrivere, raccontando delle future esperienze che vivrà in giro per il mondo. Una nomade digitale senza radici, curiosa e determinata a raggiungere i propri obiettivi.